CHI SIAMO

La Fondazione Johan Fiaccarini è nata per iniziativa della famiglia di Johan, in particolare del padre, con lo scopo di ricordare un giovane amante del sapere, della musica e delle arti, scomparso in mare nel 2002, all'età di otto anni.

Johan amava il disegno ma anche la pittura, tanto che voleva sempre accompagnare in visita amici e parenti al Palazzo Ducale di Urbino. Gli piaceva leggere, era appassionato di mitologia e adorava i racconti fantastici. Ne aveva persino inventato uno, registrando la propria voce su un nastro magnetico. Inoltre, aveva iniziato a studiare Pianoforte alla Cappella Musicale.

Con grande determinazione Paolo Fiaccarini, il padre di Johan, presidente della Fondazione dal 2010 al 2013, ha creato una struttura che potesse sostenere, attraverso un contributo economico, giovani meritevoli nel percorso scolastico e nello studio della musica. 

Paolo ha avuto il piacere di assegnare borse di studio a giovani della Scuola Media Paolo Volponi e a ragazzi della Cappella Musicale. Nella sede della Fondazione, per ricordare Johan, si sono svolte iniziative culturali: performance e letture di testi, concerti dei Maestri della Cappella Musicale. Non solo. Paolo ha messo a disposizione della Fondazione la propria collezione di quadri e stampe d'arte che ha realizzato tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta per artisti italiani e spagnoli, affinché potessero essere fruite da studenti e appassionati.  

Per amicizia, hanno accettato di far parte del Comitato scientifico della Fondazione Vittorio Boarini, Giovanni Bogliolo, Vito Bucciarelli, Gualtiero De Santi,  Maria Lenti, Umberto Piersanti e Antonello Zanfei.

Dal 2014, dopo la scomparsa di Paolo, i fratelli di Johan, Anna, Giulia e Baccio, hanno deciso di portare avanti le attività della Fondazione, seguendo le volontà paterne.